Esistono metodi per dimagrire più efficaci di altri?

Di strategie per perdere peso efficaci ne esistono tante e si basano su un’unica considerazione: il deficit energetico. E’ necessario cioè bruciare più calorie di quante non ne vengano assunte con l’alimentazione. Vediamo quali sono i metodi per dimagrire migliori e consigliati da nutrizionisti e personal trainer.

La verità che non si legge su internet

Prima di darti il nostro metodo per dimagrire, è importante che tu ti renda conto che su internet c’è tanta disinformazione. Esistono centinaia di blog improvvisati e con contenuti molto approssimativi o sensazionalistici che ti promettono di eliminare il grasso in eccesso con metodi che non hanno nulla di scientifico. Dalla dieta del gruppo sanguigno alla macrobiotica alla tisanoreica… ormai siamo bombardati in continuazione da tante informazioni e non sappiamo quali di queste abbiamo un reale fondamento.

Per questa ragione ti presentiamo subito 2 falsi miti da sfatare.

1. Non esistono metodi per dimagrire velocemente

Il nostro organismo è progettato per seguire un meccanismo di carattere omeostatico. Questo significa che brevi variazioni nello stile di vita hanno poca influenza sulla composizione corporea. Tradotto in parole povere: se per anni hai mangiato male, non puoi pretendere che in 1 mese di dieta il tuo corpo torni alla sua massa grassa ideale.

La nostra struttura fisica, la quantità di muscoli e di grasso presente, si costruisce nel tempo e non basta qualche settimana di “digiuno” per perdere peso. Per questa ragione ti consigliamo di evitare tutti quei siti che ti propongono metodi per dimagrire in una settimana. Non esistono scappatoie o trucchi: se vuoi tornare in forma c’è bisogno di tempo, di pazienza e perseveranza.

Ti starai chiedendo quindi come dimagrire velocemente se i metodi che si leggono su internet non sono efficaci? E’ tutta una questione di metodo: piuttosto che improvvisare una dieta fai da te segui un programma che ti guidi nel tempo.

2. Non si può dimagrire solo una zona del corpo

Per questioni genetiche l’adipe in eccesso tende ad accumularsi più o meno sempre negli stessi punti: negli uomini sull’addome e sui fianchi, nelle donne su fianchi, glutei e cosce. Accorgendosi allo specchio che ci sono delle zone del corpo che hanno bisogno di una ritoccata ciò che si fa in genere è cercare su Google: “metodi per dimagrire le cosce” e andarsi a leggere cosa consigliano gli “esperti” della rete. Nella maggior parte dei casi ci si imbatterà in siti che cercano di vendere pillole, capsule o altri prodotti dimagranti.

La verità è che anche fare addominali tutti i giorni non ti farà venire il famoso effetto tartaruga. Anzi! Questo per una questione di disinformazione: allenando le gambe non perderai grasso sulle cosce, così come facendo tanti squat non toglierai i chili in eccesso dai glutei. In parole povere non esiste il dimagrimento localizzato.

Precisazione: fare un allenamento mirato comporta un cambiamento cellulare dei muscoli interessati che saranno più propensi a trasformare gli zuccheri del sangue in energia, evitando invece che vadano ad accumularsi sotto forma di grasso.

I modi più efficaci per perdere peso

A questo punto ti stai chiedendo come si comincia? Come fare per dimagrire se la maggior parte di ciò che leggo non è attendibile.

Cura la tua dieta (ma in modo scientifico)

Innanzitutto devi fare un’autoanalisi sulle tue abitudini alimentari. Al link che ti segnaliamo trovi una guida nutrizionale per impostare una corretta alimentazione giornaliera. E’ stata progettata in base alle linee guida fornite dal Ministero della Salute.

SCARICA LA GUIDA GRATIS

A questo punto confronta la tua alimentazione giornaliera con quello che hai letto sulla guida. Sei sicuro che la tua alimentazione sia ben bilanciata e che non ci sia un’eccesso calorico? Per aiutarti a tener traccia di ciò che mangi puoi utilizzare un diario alimentare (scarica il pdf). Scrivi ogni giorno cosa mangi e in che quantità così che puoi fare un calcolo della calorie giornaliere.

Riassumiamo in breve i punti fondamentali su cui basare una corretta alimentazione:

  • alimentazione a base di pane o cereali senza zucchero (max 80 gr) e accompagnati con una piccola percentuale di grassi polinsaturi (noci, mandorle);
  • spuntino a metà mattina a base di frutta fresca di stagione;
  • pranzo con massimo 80 grammi di pasta con un condimento proteico. Verdura di stagione a volontà. In tutto puoi utilizzare al massimo 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva. Usa spezie ed aromi per insaporire e limita il sale al massimo;
  • spuntino a metà pomeriggio a base di frutta fresca di stagione (meglio la frutta a basso indice glicemico);
  • cena proteica con un secondo leggero a base di carni bianche, tofu, uova (non più di 2 a settimana), pesce azzurro e tante verdure di stagione.

Inizia a muoverti

Soprattutto in questa prima parte in cui vuoi perdere peso in fretta, concentrati sugli sport di tipo aerobico. Correre fa dimagrire, ma puoi partecipare anche ai corsi serali in palestra: crossfit, allenamenti hiit, eccetera… scegli sport che aumentano il battito cardiaco. Non è sudare che fa dimagrire ma l’attività aerobica soprattutto se intensa.

Se non sei una persona appassionata di sport, basta anche camminare per dimagrire. Non è certo la passeggiata al centro commerciale con gli amici a farti perdere peso. Un consiglio? Compra un cardiofrequenzimetro senza fascia e tieni sotto controllo le tue pulsazioni. La tua andatura deve essere tale per cui le pulsazioni si mantengono sempre tra i 100 e i 120 battiti al minuto. Basta 1 ora di camminata veloce al giorno per avere già degli effetti sulla tua linea.

Non perdere di vista gli obiettivi

Arriverà ad un certo punto in cui, dopo aver perso tanto peso all’inizio, sulla bilancia il peso si stabilizzerà. Generalmente ciò accade dopo 2 o 3 mesi. Molti qui perdono la pazienza e abbandonano i buoni propositi tornando alla vecchia alimentazione. Risultato: dopo 1 settimana il peso inizia ad aumentare e si torna al punto di partenza.

Ricordi cosa abbiamo detto all’inizio di questo articolo sul meccanismo omeostatico? Il corpo cerca un equilibro e lo aveva fino a quando non ti sei messo a dieta. Era grasso ed era abituato ad un determinato apporto calorico. Quando hai cambiato alimentazione, hai intaccato questo equilibrio mettendo in discussione la composizione corporea. Nel momento in cui sei tornato al regime alimentare precedente hai riportato il corpo al suo equilibrio (quello errato) per cui anche il peso torna così com’era prima.

Morale della favola? I metodi per dimagrire naturali sono davvero numerosi, ma se vuoi perdere peso in maniera duratura è necessaria costanza e pazienza. I risultati arriveranno anche se ci può volere del tempo.

Inserisci un commento