Cannella, una spezia brucia grassi e dalle tante proprietà

Anche se non tutti lo sanno, la cannella è una spezia che viene considerata “brucia grassi” . Essa infatti , grazie alle sue proprietà, aiuta a migliorare il metabolismo dei grassi, riduce i livelli di zuccheri, colesterolo ed anche trigliceridi nel sangue. In questa guida andremo a conoscere meglio questa spezia, esaminandone proprietà, valori nutrizionali, benefici e controindicazioni.

 

Cos’è la cannella?

Questa spezia è costituita dalla corteccia, e dai rami essiccati, di alberi appartenenti alla famiglia delle Lauraceae, di cui esistono due specie:

  • la Cinnamomum zeylanicum, o Ceylon, originaria dello Sri Lanka (il cui nome era, appunto, Ceylon) la quale è molto pregiata e presenta un profumo intenso ed un sapore dolce;
  • la Cinnamomum Cassia, di origine cinese e qualitativamente inferiore dal sapore più aromatico e piccante.

Il nome inglese della cannella, cinnamon, richiama infatti quello di queste due piante.

 

Ma la cannella fa davvero dimagrire?

Possiamo rispondere “Sì” a questa domanda, senza esitazioni. Per prima cosa la cannella stimola il senso di sazietà. Il suo aroma pungente, infatti, riduce la fame nervosa . Ciò perché stimola i centri nervosi collegati con la percezione dell’appetito, che regalano una piacevole sensazione di appagamento.

In secondo luogo poi, proprio come accade con il peperoncino, anche nella cannella c’è una sostanza, l’aldeide cinnamica che, oltre a donarle il suo aroma caratteristico stimola la termogenesi. In pratica aumenta la produzione di calore da parte dell’organismo e ciò interessa soprattutto il tessuto adiposo e muscolare. Questo aumento di calore favorisce, così, l’eliminazione dei grassi favorendo la riduzione del peso corporeo.

 

E’ importante sapere che l’azione della cannella, del peperoncino e di altre spezie brucia-grassi si prolunga, in media, fino a 20 minuti dopo i pasti. Inoltre, alcuni studi hanno costatato come la cannella sia capace di favorire l’azione dell’insulina a livello delle cellule adipose e muscolari, riducendo i livelli di glicemia e migliorando l’assorbimento di zuccheri nel sangue. Infine, questa preziosa spezia, stimola la secrezione dei succhi gastrici grazie alla sua azione eupeptica, stimolando, così, il corretto processo digestivo.

 

Benefici della cannella.

Oltre a tutto quello già detto finora la cannella contiene diverse vitamine e sali minerali, tra cui :

  • vitamina A;
  • vitamine del gruppo B;
  • vitamina C;
  • vitamina K;
  • vitamina E;
  • magnesio;
  • calcio;
  • potassio;
  • selenio;
  • ferro;
  • manganese;
  • rame.

Contiene inoltre olii essenziali, tannini e polifenoli dall’importante potere antiossidante e dall’azione protettiva nei confronti dell’apparato circolatorio.

 

Come lo zenzero ed il peperoncino, la cannella ha anche proprietà riscaldanti che ci aiutano a proteggere dal freddo. E’ importante segnalare anche le grandi qualità antimicrobiche che vanno a migliorare il sistema immunitario contribuendo così a combattere le affezioni dell’apparato respiratorio come raffreddore e mal di gola. E’ una spezia stimolante, antisettica, favorisce la digestione ed aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo e di glicemia. Le donne dovrebbero sapere che la cannella è un’ottima alleata per alleviare i dolori mestruali.

 

Ultima particolarità da segnalare è la sua azione afrodisiaca.

 

Etichetta nutrizionale per 100 gr di cannella.

La cannella è composta per lo più da zuccheri, proteine e numerose fibre. Vediamo nello specifico:

  • proteine 3,99 g;
  • carboidrati 80,59 g;
  • zuccheri 2,17 g;
  • grassi 1,24 g;
  • fibra alimentare 53,1 g;
  • sodio 10 mg.

 

Come si evince dall’etichetta nutrizionale, la cannella è sicuramente una spezia povera di grassi. Grazie alla presenza di sodio è un’ottima esaltatrice di sapore per questo può sostituire diversi condimenti tra cui il sale.

 

Come usare al meglio la cannella.

Questa spezia si sposa soprattutto con pesce e carne bianca, ma è ottima anche con il riso basmati, in associazione ad altre spezie come zafferano e curcuma. E’ perfetta anche per ricette dolci, soprattutto se unita a miele e zenzero.

 

Controindicazioni.

Il discorso che vale per ogni alimento, vale anche per la cannella: ci vuole moderazione. Questa spezia, come anche per il peperoncino, non va consumata in modo eccessivo in quanto può provocare allergie e irritazione delle mucose dell’intestino o danni o disturbi a reni e fegato, per via della presenza in essa di curarina.

 

E’ preferibile evitarla durate il periodo della gravidanza, in quanto, potrebbe potrebbe stimolare le contrazioni uterine. Dunque, se si amano le spezie, è bene ricordarsi che vanno usate con moderazione e cercando di variarle il più possibile. E non scordate mai che per mantenere il giusto peso corporeo è importante sia curare l’alimentazione che fare regolarmente attività fisica!

 

Lascia un commento