Le castagne fanno ingrassare? Calorie, valori nutrizionali e controindicazioni

Le castagne fanno ingrassare? Si possono mangiare se si è a dieta oppure è meglio non esagerare? Scopri caratteristiche e valori nutrizionali del cibo autunnale per eccellenza.

castagne-fanno-ingrassare

Le castagne fanno ingrassare? Calorie e valori nutrizionali

Con l’arrivo dell’autunno e dei primi freddi, giunge sulle nostre tavole una delizia come la castagna, molto versatile per chi ama cucinare sia dolci, sia primi e secondo piattiOvviamente in questo periodo è naturale chiedersi se le castagne fanno ingrassare. Se hai una dieta dimagrante in corso, ma anche se tieni semplicemente alla forma fisica e vuoi mantenerla, nelle prossime righe puoi trovare una risposta in merito con informazioni sulle proprietà benefiche della castagna.

Leggi anche: i frutti e verdure autunnali da non far mai mancare a tavola.

Vediamo subito in una tabella quali sono i valori nutrizionali e le calorie delle castagne per 100 grammi di prodotto.

Calorie castagne: 190 kcal

Carboidrati 45,5 g
Proteine 2,4 g
Grassi 2,2 g

Come puoi vedere dalla tabella nutrizionale, le castagne non fanno ingrassare. Si tratta di un cibo davvero povero di grassi, ma allo stesso tempo però molto ricco di carboidrati complessi. E’ un cibo che contiene circa il 50% di acqua per cui più le si lascia essiccare e maggiore saranno le calorie per 100 grammi di prodotto.  Mentre le castagne bollite hanno 200 calorie circa, quelle secche arrivano anche a 300 Kcal.

Leggi anche: scopri cosa sono i carboidrati a basso indice glicemico (come le castagne)

Castagne Indice Glicemico: 60 → ATTENZIONE – Le castagne hanno un indice glicemico abbastanza alto e andando in cottura soprattutto se bollite rischia di aumentare ulteriormente. Questo significa che i loro carboidrati più facilmente saranno trasformati in grassi. Proprio per questa ragione non esagerare con le quantità ed evita di mangiarle la sera.

Benefici delle castagne

Prima di rispondere alla domanda “le castagne fanno ingrassare?”, è opportuno soffermarsi con cura sui loro benefìci. Questi frutti sono caratterizzati da numerose proprietà importanti. In primo piano troviamo la presenza di fibre. Principi nutritivi essenziali per migliorare la regolarità intestinale, aiutano anche a rallentare l’assorbimento degli zuccheri nel sangue.

Questo è un aspetto chiave per chi vuole perdere peso, in quanto significa prevenire i picchi glicemici alla base di molte delle abbuffate fuori pasto. Le proprietà delle castagne non finiscono certo qui. Da citare, infatti, è anche la presenza di minerali benefici come il calcio, alleato della salute delle ossa, lo zinco e il manganese.

Grazie alla presenza di grassi omega 6 e omega 3, hanno un ruolo fondamentale nella riduzione del colesterolo cattivo LDL, nemico della salute del cuore. Consigliate a chi fa sport con costanza, favoriscono il lavoro dei muscoli e la circolazione ematica. L’ultimo effetto è dovuto in particolare alla presenza di un minerale come il potassio.

La vitamina B, invece, aiuta a mantenere l’equilibrio del sistema nervoso. Da citare è anche la presenza della vitamina E, una sostanza caratterizzata da un’ottima efficacia antiossidante. Ciò significa che l’assunzione di castagne rappresenta una valida soluzione naturale per prevenire i tumori e per mantenere la bellezza della pelle.

L’effetto antiossidante è potenziato dalla vitamina C, famosa anche per il suo ruolo chiave nel potenziamento del sistema immunitario, specie durante i mesi più freddi dell’anno. Ricche di acido folico, sono raccomandate agli anemici e alle donne in gravidanza.

Quante castagne si possono mangiare?

Fondamentale è poi la moderazione quantitativa. In generale, non si può dire che le castagne fanno ingrassare. Dipende tutto da quante ne si mangia e, come appena detto, dalla cottura. Da ricordare sono poi alcune regole di buonsenso che permettono di tenersi in forma senza fare troppi sacrifici a tavola. Se si è a dieta, per esempio, si può dire no a un pezzo di pane e scegliere di gustare qualche castagna arrostita.

Chi deve perdere parecchio peso dovrebbe evitare di assumere marron glaces, dal momento che sono molto zuccherati ed evitare di mangiare altre fonti di glucidi (cioè di carboidrati) nello stesso pasto. Quindi se a pranzo prendi una porzione di castagne, niente patate, pasta, riso o pizza. Se hai bisogno di perdere tanto peso, evita di mangiare le castagne la sera.

La castagna fa ingrassare?

Abbiamo capito che, in assoluto, le castagne non fanno ingrassare. Per inquadrare ancora meglio le loro caratteristiche nutrizionali, vediamo qualcosa sull’indice glicemico ricordando che è pari a 60. Certo non è basso, ma è inferiore a quello del pane bianco, che non fa bene al peso.

Anche la farina di castagne ha un indice glicemico inferiore a quella di frumento. Priva di glutine, può essere assunta pure da celiaci e intolleranti al glutine.

Controindicazioni

La castagna è un vero e proprio tesoro per la nostra salute. Nonostante questo, è bene chiedersi sia se le castagne fanno ingrassare, sia se presentano controindicazioni di altro genere delle quali tenere conto. Nel novero in questione è possibile ricordare le difficoltà nella digestione.

I problemi sono dovuti alla presenza di un’alta quantità di amido. L’assunzione di castagne, in generale, non è consigliata a chi soffre di colite o aerofagia. Le controindicazioni comprendono anche il diabete – durante la cottura aumenta la quantità di zuccheri semplici – e le patologie a carico del fegato.

La castagna, a causa della presenza di tannini, è sconsigliata anche a chi ha problemi d’irritazione intestinale.

Si tratta quindi di un alimento che, se consumato con moderazione e facendo attenzione al proprio stato di salute, può fornire numerosi benefìci all’organismo. Quelli mirati per la linea possono essere ottimizzati con esercizi per dimagrire personalizzati.

Inserisci un commento