Il latte di soia fa ingrassare – analisi nutrizionale e calorica completa

Una nostra amica lettrice ci scrive: “Ho letto su un blog che il latte di soia fa ingrassare. In particolare viene detto che i grassi vegetali presenti possono essere pericolosi e non bisogna abusarne. Posso continuare a bere latte di soia a colazione anche se sono a dieta? Grazie – Antonella”

All’interno di questa pagina cercheremo di far chiarezza, in maniera scientifica, sull’uso del latte di soia, una molto utilizzata come alternativa al latte vaccino soprattutto da parte di chi non mangia o beve alimenti provenienti da fonti animali. Rispondiamo subito alla domanda di Antonella: il latte di soia fa ingrassare? NO. Per capire la ragione di questa affermazione, analizziamo i valori nutrizionali della bevanda.

Valori nutrizionali e composizione

Per l’analisi nutrizionale abbiamo scelto il Latte di Soia biologico della Provamel. E’ quello che utilizziamo in genere per l’ottima composizione degli ingredienti. Niente additivi, addensanti, zuccheri o coloranti: solo acqua e soia. Rispetto ad altri marchi abbiamo una quantità inoltre di soia pari a 9,5%, circa il 30% in più rispetto ad altre bevande analizzate.

Soya Natural - Bevanda di Soia
Biologico – Senza zuccheri aggiunti

Voto medio su 170 recensioni: Da non perdere

€ 2.35
Valori medi per 100 ml
Energia 35 kcal
Carboidrati 0 g
Grassi 2,1 g
Proteine 3,7 g

Calorie e dieta con il latte di soia

Come puoi vedere il latte di soia è una bevanda ipocalorica visto che per 100 ml di prodotto ci sono appena 35 calorie. Bere tutti i giorni il latte di soia al mattino significa apportare circa 70 kcal. Facendo un rapido confronto con il latte di mucca, si scopre che il latte di soia:

  • ha il 45% in meno delle calorie del latte intero;
  • ha il 25% in meno delle calorie del latte parzialmente scremato;
  • ha lo stesso numero di calorie del latte scremato.

Appare evidente quindi che il latte di soia possa essere considerato un’ottimo alimento non solo per chi è a dieta, ma per tutti coloro che vogliono un’alternativa naturale al latte vaccino.

Approfondimento: quali sono i valori nutrizionali del latte di mucca.

Analisi profilo nutrizionale

Scendendo più nel dettaglio, analizziamo la composizione del latte di soia in termini di macronutrienti. Analizziamo cioè in maniera molto semplice il profilo lipidico, glucidico e proteico.

Come puoi notare non ci sono carboidrati presenti nella bevanda che abbiamo scelto. In termini di grassi invece c’è una concentrazione di poco inferiore al 2% la maggior parte dei quali sono grassi insaturi. Gli acidi grassi saturi presenti infatti sono solo 0,4 e comunque di origine vegetali. Questo perché abbiamo scelto una bevanda con una percentuale di soia maggiore e senza zuccheri aggiunti.

Dal punto di vista proteico la soia dispone di proteine ad alto valore biologico  perché presenta un profilo amminoacidico completo. Questo significa che bastano i suoi nutrienti per alimentare le cellule del nostro corpo.

Il latte di soia – colesterolo e trigliceridi

Uno studio del 2004 ha messo a confronto il latte di soia e quello scremato di mucca. Si è visto che una dieta integrata con il latte di soia è associata ad una riduzione del colesterolo LDL e ad un aumento del colesterolo HDL. Lo studio, condotto su 60 pazienti con ipercolesterolemia, ha dimostrato che il latte di soia, rispetto a quello vaccino scremato, è molto più efficace a ridurre il colesterolo cattivo e ad aumentare i livelli di colesterolo buono.

Già in passato era stato dimostrato, in più di uno studio, come l’assunzione regolare delle proteine e dei grassi della soia avessero un’effetto stabilizzante sui livelli del colesterolo. Integratori ed alimenti a base di grassi vegetali possono migliorare il rapporto del colesterolo buono-cattivo fino anche al 27%, permettendo di ridurre i livelli di trigliceridi fino al 6%.

Conclusioni – il latte di soia fa ingrassare?

Numeri e ricerche a parte appare evidente come anche la soia, nonostante tutte le preoccupazioni e gli allarmismi degli ultimi anni sui fitoestrogeni, sia un alimento sano e da non far mancare nella nostra alimentazione.

Come berlo? Freddo al mattino a colazione oppure con il caffè… puoi usare la tua fantasia ed utilizzare il latte vegetale di soia in cucina come più ti piace.

Quanto latte di soia bere? La chiave di tutto sta ovviamente nella moderazione delle quantità e nella capacità di variare il proprio menu giornaliero. Solo così si può portare avanti un’alimentazione sana e bilanciata che ci farà sentire meglio e in forma.

Approfondimenti: il latte fa ingrassare? (stavolta analizziamo quello di mucca)

Fonti:

Provamel – Composizione e indicazioni nutrizionali

Bricarello et Al – Comparison between the effects of soy milk and non-fat cow milk on lipid profile – 2004

Hermansen et Al – Effects of soy and other natural products on LDL:HDL ratio and other lipid parameters – 2003

Kuroowska et Al – Effects of substituting dietary soybean protein and oil for milk protein and fat – 1997

Inserisci un commento