Verdure crocifere, i benefici delle verdure brassicacee

Le verdure crocifere appartengono alla famiglia delle Brassicacee e sono tipiche del periodo invernale. Vengono chiamate anche verdure crucifere ed i loro benefici per la salute sono straordinari. In questo articolo vedrai perché fanno così bene e quanto mangiarne per restare in forma e non rischiare di ingrassare.

verdure-crocifere-brassicacee

Verdure crocifere brassicacee – quali sono e quali benefici apportano

Quali sono le verdure crocifere

Le verdure brassicacee sono vegetali tipi del periodo invernale. Il loro nome deriva dal fatto che c’è una disposizione a croce dei petali che la caratterizza dalle altre specie. Ad essere cucinate sono i fiori o le foglie delle verdure crucifere, ottimi per la preparazione di primi o di contorni. Ecco un elenco delle verdure crocifere che puoi trovare sul banco frutta e verdura durante le stagioni invernali.

Quali sono gli ortaggi appartenenti alle brassicacee?

Broccoli: appartengono a questa famiglia diversi tipi di verdure invernali come la cima di rapa e il broccolo romanesco. Sono ricchi di Vitamina C, vitamina A e fibre. Sono utili per proteggere il sistema immunitario dai mali di stagione, sono ottimi per la vista e le pelle.

Senape: appartiene alla famiglia delle brassicacee e di questo ortaggio crucifero si utilizzano i semi che maturano a fine estate.  Con questi viene preparata un’ottima salsa con proprietà nutrizionali sorprendenti. I semi di senape hanno proprietà purgative e depurative e si possono preparare ottime cure naturali per sciatica e reumatismi.

Cavolfiore: è una delle verdure crocifere più benefiche per il nostro organismo. I nutrizionisti ne consigliano il consumo almeno 3 volte a settimana. I cavolfiori sono ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti, tanto da essere utili per prevenire il cancro al colon e alla prostata.

Ravanelli: costano poco e hanno un sapore fresco e leggermente piccante. Hanno proprietà depurative, diuretiche e disintossicanti. Il contenuto d’acqua varia tra il 90 e il 95% e hanno pochissime calorie. Sono ottimi per chi è a dieta o cerca un rimedio naturale per la ritenzione idrica.

Cavoletti di Bruxelles: sono coltivati nei paesi dell’Europa Centrale e appartengono alla famiglia delle Brassicacee. La loro forma e colore è praticamente identica a quella dei cavoli ma la dimensione è molto più ridotta. Hanno proprietà dietetiche, depurative e vengono consigliati per regolarizzare il ciclo ormonale femminile.

Rucola: è un’erba che cresce spontaneamente e appartiene alla famiglie delle verdure crucifere. E’ ricca di vitamine e sali minerali come calcio, potassio, magnesio e beta carotene. Oltre ad avere un numero di calorie molto basso, ha ottime proprietà depurative, digestive e diuretiche.

Cavolo verza: è uno dei tipi di cavolo da foglia più diffusi in Italia. Si può consumare sia cotto che crudo e ha ottime proprietà analgesiche, decongestionanti e antinfiammatorie. Nella medicina popolare tradizionale vengono preparati anche degli impacchi con le foglie di questa verdura crocifera per curare reumatismi o zone infiammate e indolenzite.

Proprietà e benefici

Soprattutto negli ultimi anni sono stati studiati gli effetti e i benefici dei cavoli e in generale di tutte le verdure crocifere. Proprietà straordinarie per il nostro organismo hanno rivalutato moltissimo questi ottimi ortaggi invernali.

integratore-di-verdure

Si tratta di verdure ricche di fibre e preziosi antiossidanti che prevengono la formazione di radicali libero e quindi impediscono l’invecchiamento precoce dei tessuti. Anche per questa ragione vengono giustamente definiti antitumorali.

Il sapore e l’odore delle verdure crucifere, soprattutto se cotte troppo, non piace a tutti. Se proprio non si riesce a mangiarle è importante non perderne i benefici. Proprio per questa ragione consigliamo degli ottimi integratori sostitutivi a base vegetale adatti anche a celiaci e vegani.

SCOPRI SUPERFOOD GREENS +

Come mangiare le verdure crocifere

Essendo ricche di antiossidanti, vitamine e sali minerali, questo tipo di ortaggi va preparato prestando particolare attenzione ai tempi di cottura. Mentre alcuni micro nutrienti sono resistenti alle alte temperature, altre invece vengono distrutti dal calore. Per questa ragione è consigliabile mangiare verdure crucifere cotte al vapore, crude o saltate in padella dopo essere state tagliate molto fini. Da evitare la bollitura perché nell’acqua vanno persi molti dei sali minerali.

Calorie e dieta

Broccoletti, cavoli e in generale tutte le brassicacee possono essere consumate tranquillamente e senza farci alcun problema sulle quantità. Questo perché l’apporto calorico è così modesto che è impossibile mangiare verdure crucifere ed ingrassare. Ovviamente bisogna fare attenzione piuttosto al tipo di condimento. Un cucchiaio di olio di extra vergine di oliva apporta 90 calorie. Meglio non abbondare con salse e condimenti e scegliere spezie ed aromi naturali o un cucchiaio di aceto, che ha un numero trascurabile di calorie.

 

Inserisci un commento

 
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Modalità di trattamento dei dati.