Calorie melone giallo – quante calorie ha una fettina di melone giallo?

Quante calorie ha il melone giallo? E’ compatibile con la dieta? Qual è il momento migliore per mangiare una bella fetta rinfrescante? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle calorie del melone giallo.

calorie-melone-giallo

Melone giallo calorie e valori nutrizionali

Quando ci si mette a dieta, si cerca sempre di fare attenzione non solo sulle calorie ma anche sui carboidrati. Questa convinzione, non necessariamente fondata, mette spesso in dubbio il consumo di frutta fresca. Abbiamo sentito nostri lettori che ci hanno confidati di nutrizionisti che hanno sconsigliato il consumo di frutta.

Alcune caratteristiche del melone giallo

Al di là delle opinioni discutibili di tanti pseudo esperti, la frutta è una miniera preziosissima di minerali e vitamine. Il melone giallo è tra quelli più dolci e gustosi, presente ormai sulle nostre tavole in qualsiasi mese dell’anno. Viene chiamato anche melone canarino o gialletto ed è originario delle zone medio-orientali.

Il suo nome scientifico è cucumis melo e fa parte della famiglia delle cucurbitacee. Oggi viene prodotto non solo in Asia, ma anche in Spagna, Italia e Francia. Si è inserito molto bene nel nostro clima mediterraneo tanto da diventare una certezza nel reparto ortofrutticolo di tutti i supermercati.

Quante calorie ha il melone giallo?

Vediamo quali sono i valori nutrizionali di questo gustoso frutto.

Valore Energetico 36 kcal
Carboidrati 9,1 g
Grassi 0,1 g
Proteine 0,1 g

Calorie melone = 36 kcal

Come puoi vedere il melone giallo ha poche calorie, solo 36 kcal per 100 grammi. Questo vuol dire che una fettina di melone giallo pesa mediamente 150 grammi. Attraverso una semplice proporzione possiamo dire che:

Una fettina di melone giallo corrisponde a 55 calorie circa

In un’alimentazione equilibrata, le calorie del melone giallo non rappresentano assolutamente un problema, anzi ci sentiamo di raccomandare questo alimento anche a coloro che sono a dieta e seguono un regime alimentare ipocalorico.

Quando e quanto mangiarne al giorno?

In un precedente articolo abbiamo già parlato del perché è meglio non mangiare la frutta dopo i pasti. Soprattutto se abbiamo mangiato pasta, pizza, pane o altre fonti di carboidrati complessi, andremmo a creare un eccesso di zuccheri. Meglio mangiare il melone giallo a colazione, durante uno spuntino mattutino o uno snack pomeridiano.

A cosa corrispondono le calorie del melone giallo?

55 calorie per una fettina di questo frutto corrispondono a circa:

  • 15 grammi di pasta integrale;
  • 20 grammi di pane di segale;
  • 35 grammi di prosciutto crudo;
  • 130 millilitri di latte parzialmente scremato;

5 buone ragioni per mangiarlo

  1. La prima, come abbiamo detto, è proprio nel suo apporto energetico. Poche calorie, pochi grassi, per un frutto fresco, sano e adatto anche a chi è a dieta. Non ha colesterolo.
  2. La seconda ragione è nel suo contenuto di acqua. Quasi il 90%, per un alimento perfetto per mantenere il nostro corpo idratato in modo naturale e sano.
  3. Il melone giallo ha poche calorie ma tante preziose vitamine. Basti pensare che 100 grammi di melone gialletto apportano circa il 30% della dose raccomandata di vitamina C. E’ presente inoltre la vitamina K, A e alcune del gruppo B.
  4. Il cosiddetto melone canarino è ricco di sali minerali come Potassio, Calcio, Magnesio, Ferro, Zinco, Sodio e Manganese.
  5. L’indice glicemico è alto (65 su 100) ma considerando che il contenuto di carboidrati è basso, può essere mangiato tranquillamente senza farsi troppi problemi. Ovviamente non esageriamo con le quantità.

Inserisci un commento

 
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Modalità di trattamento dei dati.