La dieta flessibile: come riuscire a dimagrire senza eccessive privazioni con il giusto metodo.

Esiste un metodo efficace per dimagrire senza troppe restrizioni? Una dieta che includa tutti i nostri alimenti preferiti e non solo cibi in bianco cotti a vapore?

Assolutamente si! La soluzione per chi vuole dimagrire senza fatica e senza troppe restrizioni è la dieta flessibile, un regime alimentare che come suggerisce la parola stessa è piuttosto flessibile ma allo stesso tempo efficace.

Su www.dietaflessibile.net è possibile non solo scoprire come seguire la dieta flessibile per ottenere migliori risultati, ma richiedere anche il servizio di coaching nutrizionale online per essere seguiti passo passo da professionisti del settore. Vediamo nello specifico cos’è la dieta flessibile e come funziona.

Cos’è la dieta flessibile ?

Quando si parla di dieta per dimagrire si pensa subito ad un regime alimentare pieno di restrizioni, spesso difficile da seguire fino alla fine, un percorso che solo chi è veramente motivato riesce a rispettare.

Ma le diete non sono tutte uguali, e non è assolutamente vero che se si fanno più sacrifici e si mangia meno allora i risultati saranno migliori.

La dieta flessibile è un metodo innovativo e scientificamente provato, che permette di perdere peso senza rinunciare a niente. Si basa su alcune semplici regole che permettono di mangiare davvero tutto quello che si desidera.

Cosa sono i macronutrienti e perché è importante monitorarli

Pizza e hamburger a dieta sono davvero concessi? Si, se si monitorano correttamente i macronutrienti della giornata!

I macronutrienti o macros come vengono spesso chiamati, sono tutti quei principi alimentari che vengono assunti quando mangiamo e che contengono le calorie.

Fanno parte della categoria dei macros:

  • le proteine, che forniscono 4 Kcal per ogni grammo consumato
  • i carboidrati , che forniscono 4 Kcal per ogni grammo consumato
  • i lipidi o grassi, che forniscono 9 Kcal per ogni grammo consumato

Creare un deficit calorico

Per perdere peso è fondamentale non assumere troppe calorie nell’arco della giornata e comunque stare attenti ad ingerirne sempre meno rispetto a quelle che si bruciano, quindi creare un deficit calorico. Per questo è di fondamentale importanza contare i macronutrienti giornalieri che si assumono se si vuole perdere peso.

La dieta flessibile è un metodo per dimagrire che evita proprio le diete drastiche e troppo restrittive, seguendo il metodo del conteggio dei macros. Secondo la dieta flessibile infatti non c’è un tipo di alimento vietato durante la dieta. Nemmeno i dolci ed il gelato, a patto che si rispetti il numero di macronutrienti consentiti nell’arco della giornata.

Se dunque un alimento rientra nei macros giornalieri si può assolutamente mangiare! La dieta flessibile non è soltanto un metodo per dimagrire in modo intelligente, ma anche un regime che può essere adottato tutte le volte che se ne ha l’esigenza. E’ utile per mantenere il peso anche in situazioni particolari in cui si prevede di consumare pasti molto calorici.

Restare liberi, monitorando i macronutrienti, per evitare l’effetto yoyo

Un metodo sicuramente facile oltre che efficace, non proprio privo di restrizioni ma con regole precise che consentono la libertà di scelta del menù anche durante la dieta. La dieta flessibile permette di mangiare proprio tutti i cibi che si preferiscono. Dai dolci alle fritture, senza sentirsi in colpa o preoccupati di aver vanificato gli sforzi fatti per dimagrire. Ma attenzione perché ogni sgarro va sempre monitorato per farlo rientrare nei macros!

Diversificare e mangiare cibi diversi ogni giorno con maggiore libertà di scelta rispetto alle diete standard, inoltre aiuta a ridurre lo stress, la fame nervosa ed a condurre una vita migliore.

Spesso infatti le diete falliscono per cause psicologiche: per mantenere regimi troppo restrittivi e privazioni troppo prolungate ci vuole una grande forza di volontà . Spesso i risultati raggiunti nelle prime settimane o mesi di dieta vengono vanificati da un crollo della forza di volontà che ci fa sospendere quanto intrapreso.

I chili persi vengono spesso ripresi “con gli interessi” e si il cosiddetto effetto yo-yo, ovvero un andamento oscillatorio del peso. Questo crea anche anche inestetismi problemi anche di tonicità dovuti a continui dimagrimenti e riacquisti di peso. La dieta flessibile , grazie alla sua sostenibilità nel tempo, ha anche il vantaggio di evitare questo problema.

Una volta compreso come seguire la dieta flessibile sarà dunque naturale applicarla all’esigenza.

Lascia un commento