Dieta chetogenica: cos’è e come funziona, alimenti consentiti e alimenti vietati, benefici e svantaggi, per chi è adatta e per chi no, ed un esempio di menù giornaliero

Dieta chetogenica: cos’è e come funziona, alimenti consentiti e alimenti vietati, benefici e svantaggi, per chi è adatta e per chi no, ed un esempio di menù giornaliero

Il carboidrato è alla base di ciò che l’uomo mangia quotidianamente, soprattutto in Italia.

Nelle diete l’apporto di carboidrato è di solito ridotto, ma vi è una dieta che lo elimina quasi totalmente.

Si tratta della Dieta chetogenica: un regime alimentare che prevede la drastica riduzione di tutto ciò che può essere considerato carboidrato, quindi di tutto quell’apporto calorico che genera sovrappeso e problemi a livello di salute, in quanto oggi consumato in dosi davvero eccessive.

Vediamo quindi ora insieme: che cos’è la dieta chetogenica e come funziona, quali sono gli alimenti consentiti e quelli vietati, i benefici e gli svantaggi di questo regime alimentare, per chi è adatto e per chi no, ed un esempio di menù giornaliero per imparare a capire meglio questa nuova dieta oggi così discussa.

 

Cos’è e come funziona

La dieta chetogenica è un regime alimentare che si basa sulla riduzione drastica dei carboidrati nell’arco della giornata, sostituendo questi ultimi con proteine e grassi buoni.

In sostanza, ciò che fa questa dieta è andare a sostituire la fonte energetica che il nostro corpo utilizza per vivere.

Il nostro organismo imparerà, così, a produrre energie non più attraverso l’assunzione di carboidrati, bensì attraverso quella di grassi. Il corpo imparerà, col tempo, a generare energia dai grassi presenti nel nostro corpo, quelli che si trovano nel tessuto lipidico.

Ma in che modo?

Attraverso un processo chiamato chetosi.  La dieta genera corpi chetonici che bruciano i grassi in eccesso nel nostro corpo, al fine di generare, a loro volta, energia.

In sostanza si lavora sempre sulla massa muscolare, riducendo quella magra. Non a caso si tratta di sistemi dietetici per sportivi o attenti all’estetica.

Attenzione però, le diete chetogeniche possono essere diverse, ma hanno comunque tutte alla base 2 principi:

  1. Low carb: bassi carboidrati assunti nell’arco della giornata;
  2. High fat: alte dosi di grassi buoni assunti durante l’arco della giornata;

 

Alimenti consentiti e alimenti vietati

La dieta chetogenica prevede l’assunzione di grassi buoni e proteine per un totale che va dal 60% al 90%, in base alla persona in questione.

Ma dove si possono trovare? In quali alimenti?

Vediamo ora quelli che sono gli alimenti consentiti nella dieta chetogenica:

  • Carne e pesce magri;
  • Latticini magri;
  • Verdure con alte percentuali di proteine al loro interno (carote, avocado, cavolo, insalata, funghi, asparagi, cetrioli, fagiolini);
  • Oli vegetali (olio extra vergine di oliva, olio di cocco, olio di lino, etc…);
  • Frutta secca e semi a base oleosa;

Lì dove si fosse vegetariani o vegani, allora si può optare per altre fonti proteiche alternative, quali:

  • Tofu;
  • Seitan;
  • Proteine vegetali estratte da riso, canapa, girasole, piselli, etc…;

Poi vi sono ovviamente anche degli alimenti vietati all’interno della dieta chetogenica, quali:

  • Verdure ricche di carboidrati (mais, piselli, peperoni, cipolle, pomodori);
  • Cereali e patate;
  • Legumi;
  • Dolciumi vari;
  • Bibite;
  • Birra;
  • Alcolici più in generale;

 

Benefici e svantaggi

Così come per tutte le diete, anche la dieta chetogenica ha i suoi benefici e i suoi svantaggi, ma vediamoli ora insieme:

Benefici

  • Dimagrimento e mantenimento della glicemia costante nel sangue;
  • Calo dell’appetito;
  • Maggior senso di sazietà, dato dai grassi buoni;
  • Energia data dalla frutta secca, molto utilizzata in queste diete low carb e high fat;

Svantaggi

  • Tendenza alla disidratazione a causa dell’aumento della diuresi;
  • Ipotensione;
  • Ipoglicemia;
  • Possibili crampi, svenimenti iniziali e palpitazioni;
  • Sintomi dovuti alla Keto-influenza: ovvero a quella sindrome del periodo iniziale in cui il corpo deve abituarsi a questo nuovo regime alimentare, una sorta di adattamento che prevede mal di testa e nausea, oltre che possibile irritabilità;

 

Per chi è adatta e per chi no

La dieta chetogenica è consigliata per tutte le persone in buona salute, soprattutto gli atleti, e tutti coloro a cui la riduzione notevole di carboidrati nella dieta aiuta per la salute.

Mentre è sconsigliata per coloro che soffrono di patologie: quali il diabete di Tipo 1, chi soffre di patologie renali e/o epatiche e persone malnutrite, oltre che per le donne in gravidanza o in allattamento.

 

Esempi di menù giornaliero

La dieta chetogenica prevede, come già accennato in precedenza, un menù con alla base grassi e proteine, di modo da attivare il processo chetogenico e permettere al nostro organismo la trasformazione di grassi in energia.

Ma vediamo insieme un esempio di menù giornaliero da poter seguire:

Colazione

  • 50 gr di affettato, come il prosciutto;
  • 50 gr di pane proteico, o di segale;

Spuntino

  • 50 gr di frutta secca;

Pranzo

  • 150 gr Trancio di salmone,meglio se grigliato;
  • 100 gr di verdura cruda;
  • Circa 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva;

Spuntino

  • 100 gr di latticini;

Cena

  • 200 gr di carne grassa (es.: capretto);
  • 200 gr di verdura cotta (zucchine, bieda, spinaci, carote, funghi, asparagi, etc…);
  • Circa 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva;

Ovviamente, per seguire una dieta del genere, sarebbe sempre opportuno rivolgersi al proprio medico, meglio ancora se ad un nutrizionista specializzato, di modo da poterla adattare al meglio alle proprie esigenze e al proprio organismo.

Lascia un commento