Quando bisogna pesarsi? Meglio al mattino o la sera? Ecco cosa cambia

Quando si è attenti alla linea o si vuole dimagrire, il rapporto con la bilancia è spesso controverso. Molte volte i risultati non sono affidabili e ci sono delle variazioni di peso anche significative. E’ fondamentale da questo punto di vista capire quando pesarsi in modo da avere un risultato il più possibile veritiero.

quando-pesarsi-durante-la-giornata

Quando è meglio pesarsi durante la giornata? Perché a volte il peso non corrisponde a quello reale.

L’errore che fanno tanti che si mettono a dieta è pesarsi tutti i giorni. Non c’è nulla di più sbagliato e demotivante perché in meno di 24 ore la bilancia può darci dei risultati completamente differenti. E’ normale essere impazienti quando si vuole dimagrire, ma bisogna restare concentrati e riflettere che il dimagrimento è un processo che richiede tempo, settimane e in alcuni casi anche mesi.

Quando pesarsi? Non tutti i giorni!

Quante volte pesarsi?

Ne basta 1 a settimana. Fallo sempre alla stessa ora!

Controllare il peso ogni giorno  è sconsigliato da tutti i migliori nutrizionisti perché il corpo umano è una macchina progettata per reagire a dei cambiamenti nel lungo periodo. Se anche ti capita un’abbuffata, non necessariamente aumenti di peso. Così come può capitare di mangiare meno e notare invece un aumento sulla bilancia.

Perché non bisogna pesarsi tutti i giorni? Perché la bilancia non tiene conto solo delle modifiche della massa grassa, ma anche di quella magra e delle possibili variazioni dei liquidi. Se quindi hai fretta e sei impaziente di perdere peso, ecco quali sono i parametri che fanno oscillare il tuo peso:

  • hai bevuto abbastanza? Non sempre riusciamo a bere abbastanza acqua tutti i giorni, per cui l’organismo può essere più o meno idratato. Questa variazione si nota in maniera molto significativa sulla bilancia. Prova fare un esperimento: sali sulla bilancia prima e dopo aver fatto la pipì, può esserci un cambiamento di peso anche di 1 kg!
  • attività aerobica – a seconda del tipo di allenamento che svolgi, il corpo può avere diversi tipi di reazioni. Chi ad esempio fa attività aerobica e suda tanto, perde tanti liquidi per cui può capitare che la bilancia di un peso minore di quello reale. Non credere di essere dimagrito. Una volta che il corpo avrà riassorbito l’acqua che aveva perso, il peso tornerà ad essere quello di prima.
  • palestra e bodybuilding – se invece in palestra fai sollevamento pesi e quindi un allenamento di forza, stai sollecitando i tuoi muscoli ad uno sforzo che li porta a gonfiarsi. Si tratta di un effetto temporaneo in cui le cellule muscolari assorbono più acqua per recuperare dallo stress subito. In questo caso la bilancia potrebbe darti un peso maggiore di quello reale.
  • consumo di alcol – l’alcol causa una forte perdita di liquidi dal nostro organismo. Può capitare quindi, quando magari si beve un po’ più del solito, di notare un calo sulla bilancia. Si tratta di un’oscillazione temporanea: considerando che l’alcol apporta molte calorie, quando il corpo sarà reidratato, corri addirittura il rischio di essere aumentato di peso.
  • sei andato di corpo – la regolarità intestinale aiuta ad evitare le oscillazioni sulla bilancia, ma non sempre si riesce ad andare in bagno 2 volte al giorno. Questo aumento di “volume” comporta un aumento del peso corporeo fino anche a mezzo chilo.

Quando pesarsi? Scegli l’ora giusta

Quando devi misurare quanto pesi, è importante far riferimento sempre alle stesse condizioni esterne. Visto che i fattori che possono influenzare il peso corporeo sono numerosi e spesso non dipendono neanche dalla nostra volontà, è importante pesarsi sempre alle stesse condizioni.

Quando pesarsi? L’ideale sarebbe al mattino dopo essere stati in bagno. In questo modo sei a digiuno e non influenzato da un eccesso o da una mancanza di liquidi. Quando bisogna pesarsi, spogliati completamente. Indossa al massimo slip e calzini, così che gli indumenti non vadano ad aggiungere un peso in più. In tanti preferiscono pesarsi dopo cena, perché magari al mattino non hanno tempo o sono di fretta. Certo non bisogna essere impazienti di salire sulla bilancia ma bisogna farlo anche con metodo. Dopo una lunga giornata il corpo può aver accumulato cibo, acqua o anche essere semplicemente stanco. Anche la ritenzione idrica infatti può influenzare la misurazione.

Creati un grafico

Se sei a dieta e vuoi vedere quanto i cambiamenti alimentari sono efficaci, annota le varie misurazioni in una tabella. In questo modo puoi avere un grafico tendenziale che ti mostra se stai aumentando o diminuendo di peso.

Quando pesarsi dopo un’abbuffata

Sicuramente ti sarà capitato di trascorrere una serata piacevole con gli amici e di mangiare e bere più del dovuto e di pesarti il giorno dopo. Hai notato quanto può essere forte l’aumento di peso? Addirittura potresti aver messo su 2 o 3 chili. Questo perché il tuo organismo non ha ancora smaltito gli eccessi della sera precedente, per cui la misurazione è falsata. Per questa ragione pesarsi è inutile per almeno un paio di giorni.

Quando pesarsi durante il ciclo

Per le nostre amiche lettrici un consiglio: evitate di pesarvi prima del ciclo, il peso è falsato dalla situazione ormonale. Questo perché in quei giorni l’organismo aumenta la propria capacità di elaborazione degli zuccheri. Questo perché i cibi dolci provocano il rilascio di serotonina, l’ormone che aiuta a migliorare l’umore. Quindi si ha voglia di mangiare di più.

Inoltre prima delle mestruazioni aumenta l’assorbimento dei liquidi quindi è possibile pesare mezzo chilo in più. Meglio allora rimandare la misurazione di qualche giorno.

Se ancora non hai un piano alimentare tuo, scarica gratuitamente le linee guida su come impostare una buona alimentazione giornaliera a cura della dott.sa Lavezzani, consulente nutrizionale dello studio MyFisio di Belluno.

Scarica la guida

Inserisci un commento