Le carote fanno ingrassare? Possono essere un problema per la dieta?

Una nostra lettrice ci scrive: “Le carote fanno ingrassare? Ho letto sulla confezione che hanno tanti carboidrati. Possono essere questi un problema dato che io voglio perdere peso? Grazie – Marina”

le-carote-fanno-ingrassare

Le carote sono un frutto che si trova praticamente sempre su tutti i banchi ortofrutticoli e sono tra gli ortaggi più utilizzati in cucina. Basti pensare ad esempio che in un buon soffritto non possono mai mancare. Si possono mangiare al vapore, crude, bollite o unite ad altre ricette più elaborate.

Generalmente vengono considerate un alimento per chi è a dieta, ma i più attenti osservatori avranno notato, sull’etichetta dei valori nutrizionali, che le calorie delle carote non sono proprio pochissime, come nel caso dei pomodori. Ecco la ragione per cui in tanti ci chiedono se le carote fanno ingrassare e se quindi si possono inserire correttamente in un regime alimentare ipocalorico che punti al dimagrimento. Per rispondere in maniera oggettiva e scientifica a questo dubbio, analizziamone subito i valori nutrizionali e le calorie.

I valori nutrizionali delle carote

I seguenti dati si riferiscono a 100 grammi di prodotto.

Calorie 41 kcal
Carboidrati 9,6 g
Proteine 0,9 g
Grassi 0,2 g
Fibre 2,8 g
Acqua 88,29 g

Dire che le carote fanno ingrassare è davvero esagerato considerando che si tratta di un cibo che ha appena 40 calorie per 100 grammi. Dal punto di vista energetico, questo ortaggio è perfettamente in linea con alimenti come zucchine, peperoni e cipolle. Il contenuto calorico infatti è praticamente identico.

Per chi invece sostiene che le carote ingrassano per il contenuto elevato di carboidrati, la tabella dei valori nutrizionali parla chiaro: ci sono meno di 10 grammi di carboidrati, una quantità che non può e non deve destare alcun tipo di preoccupazione.

Indice glicemico carote

L’indice glicemico di un alimento indica la sua proprietà di innalzare in maniera rapida i livelli di zuccheri presenti nel sangue. Maggiore è l’indice glicemico e più un alimento potenzialmente fa ingrassare. Le carote hanno un indice glicemico piuttosto basso (35/100) ed è anche vero che in cottura la natura dei carboidrati cambia per cui l’IG si alza leggermente. Anche le carote cotte, tuttavia, non creano nessun tipo di problema visto che hanno un IG pari a 40.

Ciò significa che anche coloro che soffrono di insulino resistenza e diabete di tipo 2 possono consumare tranquillamente le carote. Si tratta quindi di un alimento adatto a tutti: celiaci, vegani, a dieta, con problemi alimentari, con allergie… Tutti possono mangiare le carote.

Quando le carote fanno ingrassare

Il problema vero sorge quando le carote sono inserite in ricette più elaborate. Fin quando le si mangia crude, al vapore, o sbollentate, le carote non fanno ingrassare. Se già però aggiungiamo condimenti come olio e altri grassi, allora l’apporto calorico aumenta.

Prendiamo ad esempio il classico ragù alla bolognese. Generalmente si fa il soffritto di carote, sedano e cipolle con olio extravergine di oliva e poi si aggiunge la carne. Se il ragù è molto calorico e può essere un problema per la linea, non è certamente colpa delle carote, ma della quantità di olio o dal tipo di carne aggiunta.

Perché è importante mangiare le carote?

Le carote vanno consumate regolarmente per l’elevato contenuto di micro-nutrienti: vitamine e sali minerali.

100 grammi di carote apportano il 334% della dose minima raccomandata di Vitamina A

Le carote sono ricchissime di alfa e beta-carotene ed è per questa ragione che le carote sono arancioni. Queste molecole, appartenenti alla famiglia dei carotenoidi, sono dei precursori della vitamina A. Inoltre abbondano la luteina e la zeaxantina due antiossidanti naturali molto potenti che proteggono la vista.

Approfondimenti: cosa da il colore alle albicocche?

Le carote sono inoltre ricche di folati, vitamina C, vitamina K e, in quantità minore, di vitamina E.

Come mangiare le carote?

Può sembrare una domanda stupida ma lo sapevi che cuocendo le carote la vitamina C viene distrutta? Per godere appieno dei benefici delle carote, l’ideale sarebbe consumarle crude e con qualche goccia di olio extravergine di oliva. E’ vero che in questo modo aumentano le calorie e quindi le carote fanno ingrassare di più, ma si rendono più bio-disponibili tanti micro-nutrienti. I grassi buoni insaturi contenuti nell’olio migliorano l’assorbimento di tante vitamine da parte del nostro organismo.

Quante carote mangiare al giorno per non ingrassare?

Non c’è un quantitativo massimo di carote da mangiare al giorno, anche perché hanno un alto potere saziante per cui dopo 1-2 carote inizierete a fare fatica a mangiarne ancora. Si dice infatti anche che le carote fanno dimagrire non perché abbiano poche calorie o abbiano un qualche tipo di effetto sui grassi, ma perché saziano e ci impediscono di mangiare altri alimenti più calorici.

Mangiare carote crude tutti i giorni non crea alcun tipo di problema, anzi probabilmente vi regalerà un’abbronzatura migliore la prossima estate. Infatti l’unica controindicazione delle carote è che se mangiate in quantità eccessive possono causare un colore della pelle tendente all’arancio. Si tratta di un effetto collaterale che non comporta alcun tipo di rischio ed è temporaneo.

Inserisci un commento

 
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Modalità di trattamento dei dati.