Sommacco, proprietà, usi e controindicazioni di una pianta dalle origini antiche

Il sommacco, oltre ad essere una spezia molto utilizzata in cucina, è anche una pianta conosciuta in tutto il mondo per le sue proprietà benefiche per la salute, tanto che la ricerca scientifica è tuttora in corso per comprendere fino in fondo quali sono i suoi potenziali.



Informazioni generali

Il nome scientifico del sommacco è “Rhus Coriaria L.”, pianta appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae, e risale dalla parola celtica “rhudd”, ovvero rosso per via dei frutti, e “coriaria” con la quale si identificava il suo uso fatto dai conciatori (cuoiai).

In antichità infatti, sia nella zona del Mediterraneo che nel Medio Oriente, si estraevano i tannini del sommacco che venivano utilizzati come tintura per i tessuti. Essiccando e macinando i frutti della pianta di sommacco, invece, si ricava la sumac spezia, dal sapore acidulo e molto utilizzata già allora soprattutto in Arabia, Turchia e in Libano per insaporire i piatti di carne, pesce e verdure. Sono stati proprio gli arabi ad averla introdotta in Sicilia, dove ha trovato un terreno ed un clima favorevoli per la sua propagazione in tutta l’isola, e dove la si può trovare facilmente ancora oggi.

Il sommacco siciliano è una pianta nota fin dall’antichità anche per le sue doti benefiche, soprattutto per quelle antiossidanti e antinfiammatorie. Il succo di sommacco era molto utilizzato per alleviare i dolori allo stomaco, mentre la sua resina veniva utilizzata come analgesico. Oggi, grazie alle recenti ricerche scientifiche, sappiamo che le proprietà benefiche del sommacco sono molte di più, come ad esempio le proprietà antibatteriche, ipoglicemizzanti e antitumorali.

Sommacco pianta

sommacco benefici e proprietà

Pianta di Sommacco con i suoi frutti

Il sommacco è una pianta originaria dell’Europa Mediorientale e della zona mediterranea. In Italia lo si ritrova soprattutto nella parte peninsulare, tra gli 800 e i 1000 metri sul livello del mare.

Si presenta come un arbusto che può arrivare fino a tre metri di altezza. Le foglie sono seghettate e molto lunghe, possono arrivare anche fino a venti centimetri, di colore verde che mutano verso un bel rosso acceso nel periodo autunnale. Sia le foglie che la corteccia, ricchi di tannini, venivano utilizzate per la concia delle pelli e dei tessuti.

I fiori, di colore giallo, sbocciano tra maggio ed agosto formando delle particolari pannocchie. I frutti del sommacco, dal profumo e sapore agre, sono invece di colore rosso scuro tendente al marrone, e vengono raccolti nel periodo estivo, seccati e grattugiati sulle pietanze per insaporirle, oppure infuse nell’acqua fin dall’epoca romana. E’ proprio in queste bacche che risiedono le maggiori proprietà del sommacco, tra cui vitamina C, vitamina B, potassio, calcio, magnesio, fosforo, oli essenziali ed omega 3.

Sommacco spezia – usi tradizionali

La spezia sumac è ricavata dai semi dei frutti che, raccolti prima della completa maturazione, vengono essiccati e macinati, fino ad ottenere una polvere color rosso scuro. Il suo sapore è acidulo e pungente, simile al limone, ed è molto usata nella cucina araba e più in generale in quella mediorientale, tanto che un piatto islamico, la summāqia, prende il nome proprio da questa spezia.

In Iran, invece, per festeggiare il nuovo anno ogni famiglia mette in tavola i sette elementi simbolici come auspicio di buon anno, e il sumac è uno di questi, simboleggiando la buona vita. In Libano è un alimento di primaria importanza fin dall’infanzia, e viene utilizzato per preparare una miscela di varie erbe e spezie, lo za’atar, che rafforzerebbe corpo e mente, e che viene utilizzato per insaporire tutti i cibi. I georgiani, infine, lo utilizzano per condire il kebab. Indipendentemente dalla preparazione e dalla tradizione culinaria, è importante però aggiungere la spezia solo a fine cottura per mantenere inalterate le sue innumerevoli proprietà benefiche.

Sommacco proprietà e benefici per l’organismo

L’elevata presenza di principi attivi e di sostanze nutrizionali vantaggiose per la salute umana, tra cui tannini, flavonoidi, antociani, acidi organici (malico, citrico, succinico, oleico, stearico, linoleico, maleico), acido gallico, proteine, vitamina B, sali minerali (fosforo, potassio, rame, ferro, zinco, magnesio, calcio e sodio), fibre, oli essenziali, omega3, nitrati e nitriti, donano a questa pianta moltissime proprietà farmacologiche. Nella medicina tradizionale, infatti, il sommacco è stato largamente impiegato come antibiotico, antibatterico, antinfiammatorio, antimicotico, anti ischemico, ipoglicemizzante, antiossidante, nel trattamento di diarrea, dissenteria, ulcera, emorroidi, emorragia, guarigione delle ferite, ematemesi, emottisi, leucorrea, mal di gola, oftalmia, congiuntivite, diuresi, morsi di animali, dolore e malattie del fegato. Recenti studi hanno dimostrato la sua efficacia anche nel ridurre la glicemia, controllare il diabete, diminuire il colesterolo e come protettivo del DNA ed hanno sottolineato il notevole potenziale per il futuro della ricerca. Vediamo di seguito le principali proprietà di questa straordinaria pianta.

Proprietà antiossidanti del Sommacco

I valori antiossidanti degli alimenti sono generalmente espressi in unità ORAC (Unità di Assorbimento Radicale dell’Ossigeno). Tra gli alimenti con maggiori proprietà antiossidanti troviamo il Sommacco, con un valore pari a più di 3 volte il contenuto antiossidante delle bacche di acai e oltre 60 volte superiore ai mirtilli. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che sono i derivati dei tannini e l’acido gallico, componenti principali della pianta, ad essere i responsabili dell’inibizione della perossidazione lipidica (causa principale del precoce invecchiamento delle cellule con il conseguente insorgere di varie patologie più o meno gravi come, ad esempio, cancro, sclerosi multipla, diabete, artrite reumatoide, enfisema, cataratta, Parkinson, Alzheimer, ecc.) e dell’attività di pulizia dei radicali liberi. Test in vivo inoltre hanno dimostrato come l’estratto dei frutti di Rhus Coriari abbia impedito lo stress ossidativo delle cellule, causato dall’eccessiva produzione di radicali liberi. I risultati dimostrano quindi che il Sommacco può essere usato come antiossidante naturale.

Proprietà antibatteriche

L’estratto delle foglie di Sommacco ha dimostrato un’alta attività inibitoria e antibatterica contro ceppi diversi di batteri, tra cui Escherichia coli, Staphylococcus, Enterobacter aerogenes, Pseudomonas aeruginosa; mentre l’estratto dei frutti inibisce i ceppi batterici clinici, ad esempio Klebsiella polmonite, Escherichia coli, Salmonella typhi e Shigella flexneri. L’estratto dei semi invece è un potente agente antimicrobico, in particolare contro i batteri associati all’eliminazione dei biofilm batterici correlati all’alimentazione, argomento di cruciale importanza nell’ambiente alimentare e industriale.

Proprietà Ipoglicemiche

Diversi studi scientifici hanno evidenziato le proprietà ipoglicemiche del Sommacco, che può migliorare la tolleranza al glucosio in pazienti diabetici. Una significativa riduzione del livello di glucosio nel sangue è stata misurata nel test di tolleranza al glucosio orale già 60 minuti dopo la somministrazione. Uno studio clinico controllato sugli effetti del Sommacco sullo stato glicemico, l’apolipoproteina e la capacità totale antiossidante nei pazienti diabetici di tipo 2, è stato condotto su 41 volontari diabetici per 3 mesi. Lo studio ha dimostrato l’effetto del consumo di Sommacco, che ha portato notevoli diminuzioni del livello di glucosio e dei livelli di apoB (componente del LDL, il “colesterolo cattivo”), e un significativo aumento di apoA-I (componente del HDL, il “colesterolo buono”) e TAC (capacità antiossidante totale) nei pazienti diabetici di tipo 2.

Equipe di scienziati hanno studiato anche l’effetto dell’estratto metanolico di Rhus coriaria sull’iperinsulinemia e la sensibilità all’insulina, valutata sia per la resistenza all’insulina periferica che per la resistenza all’insulina epatica. Il trattamento con RC ha significativamente migliorato l’indice di sensibilità all’insulina che è stato sensibilmente diminuito. I dati dimostrano che l’estratto metanolico di RC ha ritardato l’insorgenza di iperinsulinemia e l’intolleranza al glucosio, con una migliore sensibilità all’insulina.

Proprietà anti ischemiche

L’estratto dalle foglie di Sommacco, che contengono preziosi tannini idrolizzabili (detti anche gallotannini), ha dimostrato effetti cardioprotettivi, vaso rilassanti e attività anti ischemica. Test in vivo hanno documentato che la somministrazione di Rhus coriaria riduce la contrattura ventricolare sinistra durante l’ischemia. La reazione della creatinina chinasi (enzima che il nostro corpo produce in modo autonomo tutte le volte che avviene uno stress nel tessuto muscolare, come infarto miocardico, miopatia e distrofia muscolare), del deflusso di lattato deidrogenasi (anche detto LDH, un enzima che aumenta nel sangue in risposta ad un danno cellulare, utile per diagnosticare l’infarto del miocardio), e del fattore di necrosi tumorale sono stati significativamente ridotti. Gli studi hanno concluso che l’effetto protettivo cardiovascolare del Sommacco è dovuto a una combinazione di fattori diversi: l’attivazione dell’enzima COX (ciclossigenasi) come risposta ad un danno fisico per far giungere le cellule del sistema immunitario al tessuto danneggiato; l’inibizione del fattore di necrosi tumorale; l’attivazione delle endoteline per la regolazione dei fattori vascolari; e l’eliminazione dei radicali liberi dell’ossigeno.

Effetti protettivi del DNA

Molti studi sono stati effettuati negli ultimi anni sugli effetti benefici della spezia Sumac. Tra questi uno dei più importanti è sicuramente lo studio condotto dall’ Institute of Cancer Research, Department of Medicine I, Medical University of Vienna, Austria, sugli effetti di protezione del DNA negli esseri umani e negli animali della Rhus coriaria. Lo studio ha monitorato la risposta dei linfociti umani trattati con estratto di etanolo di Sommacco, registrando una prevenzione della rottura in caso di DNA ossidato. Anche i danni causati da radicali liberi e BPDE (Benzo Pirene Diolo Epossido) sono stati significativamente ridotti rispettivamente del 30% e del 69%. Gli esperimenti sugli animali hanno dimostrato che la somministrazione provoca anche protezione negli organi interni. L’integrazione dell’acqua potabile ha ridotto la formazione di DNA ossidato nel colon, nel fegato, nel polmone e nei linfociti.

Proprietà antitumorali

Il dottor Rabah Iratni e il suo team di scienziati dell’United Arab Emirates University hanno scoperto che gli estratti di Rhus coriaria possono bloccare la crescita del tumore e la diffusione delle cellule di tumore al seno triplo-negativo. “Questa pianta è incredibile.

La chiamo la miniera d’oro “, ha detto il dott. Iratni, professore associato di biologia. “Molto francamente, la prima volta che abbiamo effettuato gli esperimenti in vitro, è stato sorprendente”.

Puoi leggere il testo originale della ricerca in inglese a questo link → guarda l’articolo

Il dott. Iratni ha iniziato a lavorare sulle proprietà del Sommacco nel 2014 dopo aver letto un articolo che indicava che la pianta era ricca di antiossidanti e polifenoli, sostanze di alto valore medicinale, e studi precedenti che dimostravano proprietà antifungine e antibatteriche e molti altri vantaggi.

Da qui l’inizio degli studi in vivo usando embrioni di pulcini che hanno dimostrato che gli estratti potrebbero impedire la moltiplicazione delle cellule tumorali del seno triplo-negativo. Gli estratti delle piante combattono le cellule tumorali distruggendo diversi percorsi biochimici. Il dott. Iratni ha commentato i risultati dicendo che sono “solo la parte visibile dell’iceberg”. Il suo gruppo ha anche scoperto che gli estratti di Sommacco causano la morte di cellule tumorali del colon.

Mentre i ricercatori stanno cercando di capire quali sostanze nella pianta causano gli effetti anti-cancro, il dottor Emma Smith, responsabile dell’informazione scientifica per Cancer Research UK, ha dichiarato che lo studio ha rappresentato “una scoperta interessante” ma ha avvertito che “è stato testato solo sulle cellule tumorali cresciute in un laboratorio” e che “a questo stadio non sappiamo se l’estratto di pianta possa essere trasformato in un farmaco sicuro o efficace per i pazienti”.

Proprietà anticolesterolo

Sono stati effettuati molti studi anche sull’effetto di abbassamento lipidico del Sommacco. Tra questi una ricerca effettuata dall’University of Medical Sciences di Shiraz in Iran, che ha valutato l’effetto di riduzione dei lipidi del Sommacco in ottanta pazienti con iperlipidemia. I pazienti sono stati valutati in termini di trigliceridi, LDL totale e colesterolo HDL, sia prima che dopo l’intervento. Non è stata osservata alcuna differenza significativa in termini di riduzione media dei livelli totali, del colesterolo LDL e dei trigliceridi tra i gruppi a cui è stato somministrato il Sommacco e i pazienti a cui è stato somministrato il placebo. Un aumento significativo del livello medio di colesterolo HDL si è osservato però nel gruppo Sumac dopo 2 mesi di intervento.

Successivamente, studi in vivo prodotti dall’University of Kahramanmaras Sutcu Imam University, di Kahramanmaras in Turchia hanno valutato l’effetto potenziale del Sommacco e dello zenzero sulla composizione dell’acido grasso di tuorlo d’uovo e i livelli di colesterolo nel sangue. I risultati hanno dimostrato che le spezie hanno abbassato i livelli di colesterolo sia nel tuorlo che nel sangue delle galline ovaiole, dove LDL è diminuito positivamente.

Controindicazioni del sommacco

Oltre ai numerosi benefici che questa pianta può donarci, ci sono alcune controindicazioni a cui è bene prestare attenzione. In primis va ricordato che la linfa e i frutti non maturi e ancora verdi sono tossici, e che esistono più di duecentocinquanta specie, tra cui alcune tipologie di piante di sommacco velenoso, utilizzate solamente come ornamento. Pertanto, per sicurezza, vanno consumati solo i frutti maturi ed essiccati appartenenti alla specie Rhus coriaria, o sommacco siciliano. Inoltre il consumo non deve essere eccessivo, altrimenti può portare a intossicazione, e in casi più gravi anche a deliri, vertigini fino ad arrecare danni al sistema renale e gastrointestinale. Infine ricordiamo che in caso di allergia alla pianta, la reazione è di infiammazione e ulcerazione della parte corporea che è stata a contatto con i suoi rami, e pertanto si sconsiglia l’avvicinamento dei bambini alle piante, anche per evitarne l’ingestione delle bacche.

Nel corso degli anni gli scienziati hanno quindi confermato molti dei tradizionali usi del Sommacco, che continua ad essere significativo per la terapia naturale di varie malattie, e che rappresenta un potenziale per future ricerche.

Dove si compra il Sommacco?

Concludiamo indicandovi alcuni link dove potrete acquistare questa spezia dalle tante proprietà benefiche:

sumac-spezia

SUMAC SPEZIA
Ottimo per condire insalate, kebab e arrosti.
Ordina su Amazon >

sommacco-amazon

SOMMACCO ALTA QUALITA’
Ottimo per condire riso, carne e pesce.
Ordina su Amazon >

 


Inserisci un commento

 
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Modalità di trattamento dei dati.