Bicipite femorale – muscoli, anatomia e fisiologia

Il muscolo bicipite femorale si trova nella zona posteriore e semi-laterale della coscia. Assieme al semitendinoso, al semimembranoso, i muscoli bicipiti femorali f0rmano il gruppo degli Ischiocruali. I bicipiti femorali sono fondamentali per la nostra anatomia, perché ci permettono di camminare.

bicipite-femorale-come-fatto

Caratteristiche ed anatomia del bicipite femorale

Questo insieme di muscoli formano nel loro insieme il volume plastico posteriore della coscia. Il bicipite femorale si origina dalla parte finale del bacino e si inseriscono sugli ossi della gamba, tibia e perone.

Anatomia del bicipite femorale

bicipite-femorale-anatomia

Anatomia del muscolo femorale posteriore (n.19 e 20 della figura sono rispettivamente il capo lungo e il femorale capo corto)

Il muscolo bicipite femorale ha un’anatomia piuttosto particolare. E’ disposto lateralmente, nella parte esterna, e risulta molto più sviluppato del semitendinoso, che occupa invece la zona posteriore ed interna della gamba. Ha una forma affusolata, allungata e leggermente appiattita. E’ formato a sue volta da due muscoli:

  • bicipite capo lungo;
  • bicipite capo corto.

Dove si origina il muscolo

Il capo lungo origina sulla fascia postero-laterale della tuberosità ischiatica aderendo al semitendinoso. Il capo breve origina sul terzo medio del margine laterale della linea aspra del femore. I due capi si unificano in un’unico robusto tendine he si porta sulla testa della fibula.

A cosa serve il bicipite femorale

Questo muscolo ha un ruolo fondamentale per la deambulazione umana. Permette di flettere la gamba, estende la coscia sul tronco e permette di estendere il bacino. Nella flessione è rotatore laterale della gamba. Quando si flette il ginocchio il tendine del bicipite femorale diventa particolarmente visibile anche sotto pelle.

Stretching ed esercizi

Il bicipite femorale è uno di quei muscoli che, se allenato bene, fa male per un bel po’ di giorni. Tra gli esercizi più praticati sicuramente, i migliori sono gli stacchi a gambe tese, utile anche per tonificare i glutei. Per quanto riguarda invece gli esercizi di allungamento per i bicipiti femorali, sono sufficienti alcuni movimenti come cercare di toccarsi le punte dalla posizione eretta. Oppure seduti al pavimento, cercando di toccare la punta dei piedi stendendo la gamba, si otterrà un uguale effetto di stretching al bicipite femorale.

Scopri gli esercizi per il bicipite femorale >

 

Fonte: Struttura Uomo – Manuale di Anatomia Artistica Vol.1

Lascia un commento