Leucociti alti nelle urine: sintomi, cause e cosa fare

Dalle ultimi analisi delle delle urine hai scoperto di avere i leucociti alti? In questa pagina cercheremo di fare chiarezza sull’argomento e di capire quali sono le cause dei leucociti alti. Troverai inoltre alcuni consigli su cosa sono i leucociti e perché è tanto importante riportarli a valori normali.

leucociti-alti

Cosa sono i leucociti?

I leucociti, noti anche come globuli bianchi hanno la funzione di proteggere l’organismo da agenti patogeni quali virus, batteri, funghi e parassiti. Nel sangue sono presenti vari tipi di leucociti, ognuno con funzioni e caratteristiche diverse, ovvero:

  • neutrofili: rappresentano oltre il 50% dei leucociti in circolo, la loro funzione  e’ quella di difendere l’organismo da virus e batteri
  • eosinofili: rappresentano una piccola percentuale di globuli bianchi e il loro compito e’ quello di combattere i parassiti di grosse dimensioni
  • basofili: sono caratterizzati da una percentuale molto ridotta, soltanto l’1%, e la loro funzione  e’ quella di rilasciare istamina durante le allergie o infiammazioni
  • linfociti: svolgono diversi compiti, oltre a proteggere il corpo da virus e cellule tumorali sono in grado di rilasciare anticorpi, regolare il buon funzionamento del sistema immunitario e prevenire fenomeni di autoimmunità
  • monociti: ingoiano e distruggono al contempo stesso sostanze e microorganismi potenzialmente pericolosi per il sistema immunitario

Leucociti nelle urine: valori normali

I valori normali possono cambiare da un  laboratorio all’altro, tuttavia,  a titolo puramente informativo possiamo dire che nelle urine i leucociti devono essere assenti, o presenti, ma solamente in minime quantità. Più specificatamente, si ritiene nella norma, la presenza di 1 o 2 leucociti in campo microscopico, mentre si parla di leucocituria ovvero la presenza di quantità elevate di leucociti nelle urine, quando sono presenti per campo microscopico,  10 o più leucociti. 

Raramente i leucociti sono presenti nelle urine, ma se ciò avviene e’ perche’ alla base ci possono essere diverse cause:

  • infezione delle vie urinarie
  • ostruzione
  • infezione della prostata (negli uomini)

La conta dei leucociti non fornisce informazioni specifiche in merito alla tipologia di infezione, (virale o batterica) e ne tanto meno viene indicato l’organo colpito. Sarà il medico stesso che attraverso l’amnesi del paziente dovrà capire il problema e nell’eventualità prescrivere altri esami da fare.

Leucociti alti nelle urine sintomi

Se ci sono tracce di leucociti nelle urine, non si riscontra alcun sintomo, ma se alla base c’e’ un’infezione alle vie urinarie allora in questo caso, diversi sono i sintomi che si possono accusare:

  • aumento della frequenza della minzione
  • dolore pelvico
  • colore giallo torbido e odore sgradevole delle urine
  • eventuale presenza di sangue o pus

Se invece la causa e’ dovuta alla presenza di calcoli ai reni, il paziente potrà avvertire lo stimolo di urinare spesso nell’arco della giornata, e in aggiunta accusa bruciore e dolore durante la minzione. Le urine possono diventare torbide e di cattivo odore. Se invece l’aumento del numero di leucociti e’ dovuto ad un’infezione alla prostata (prostatite) si possono avvertire disagi durante l’eiaculazione o durante la minzione. Ma se la prostatite e’ dovuta ad un’infezione batterica i sintomi che si avvertono sono: vomito, nausea, febbre, brividi malessere generale.

Se la presenza dei globuli bianchi nelle urine e’ dovuta ad un’infiammazione del rene (pielonefrite) si può accusare dolore al fianco e nei casi più seri tale sintomo e’ accompagnato da febbre e brividi.

Nel caso di tumore alla vescica, il sintomo più evidente e’ la presenza di sangue nelle urine, spesso visibile anche a occhio nudo.

Quando viene richiesto l’esame dei leucociti?

Generalmente si tratta di un esame che viene prescritto come controllo di routine, ma se si accusano sintomi particolari allora in questo caso e’ bene subito rilevare immediatamente il problema raccogliendo un campione di urina della prima minzione del mattino. E’ consigliabile a tale riguardo non raccogliere il primo getto di urina, bensì quello successivo, fino a  riempire la provetta.

Le urine vanno raccolte in un contenitore monouso che lo si può acquistare in farmacia. Una volta raccolte, occorre immediatamente portarle in laboratorio, perche’ se passa troppo tempo si rischia di modificare alcune caratteristiche importanti.

Prima di effettuare il prelievo si raccomanda di lavare accuratamente le mani e  pulire i genitali. Oltre all’esame di laboratorio si vendono in farmacia delle strisce reattive da immergere direttamente nelle urine. Possono essere tranquillamente acquistate in farmacia senza l’obbligo della ricetta medica.

In caso di esito positivo, e’ consigliabile contattare il proprio medico di fiducia e ripetere le analisi in laboratorio in maniera tale da avere un dato certo.

Cosa fare in caso di leucociti alti nelle urine

Prima di tutto bisogna capire la causa che ha scatenato tale disagio. Una volta appurato il problema, il medico prescriverà il trattamento più consono da prendere in considerazione. Tuttavia per prevenire infezioni che possono causare la presenza di leucociti nelle urine e’ bene seguire qualche piccolo suggerimento:

  • bere due litri di acqua al giorno lontano dai pasti in maniera tale da pulire le vie urinarie
  • non utilizzare troppo spesso detergenti intimi perche’ si rischia di ridurre le difese dell’organismo alterando la flora batterica
  • curare le infezioni ginecologiche anche in gravidanza
  • stare attenti all’alimentazione, in particolar modo bisogna evitare tutti gli alimenti fritti o troppo piccanti. Evitare inoltre di bere alcolici perche’ possono causare problemi alla prostata e alla vescica.

Inserisci un commento