Dieta per diabetici anziani

L’alimentazione geriatrica ha una fondamentale importanza per tutelare e riservare la salute quando l’età inizia ad avanzare. Soprattutto quando si presenta il diabete, la patologia che vede un aumento anomalo della glicemia nel sangue a causa di un erroneo funzionamento del pancreas e quindi dell’insulina. Quando si parla di diabete e diabetici, il primo riferimento atto a riservare la loro salute è sicuramente l’alimentazione. Quale deve essere allora la dieta per diabetici anziani? Esiste una differenza con i soggetti in età più giovanile?

La risposta è sì. Il diabete quando si presenta in età avanzata, come per effetto, spesso del tempo che passa, oltre alla cura farmacologica prevista e prescritta dal medico, un’importanza fondamentale, ha di certo l’alimentazione. I livelli di glicemia sono, infatti, molto controllati dalle sostanze che si assumono e dal tipo quindi, di dieta per diabetici anziani che stai seguendo.

La prima precisazione ha un riguardo particolare sul tuo peso, se sei avanti con gli anni, e stai cercando una dieta adatta a te, che hai scoperto di avere il diabete, la prima considerazione come accennato, tratta l’eventuale stato di obesità, oppure di sottopeso, che è il caso più frequente nei soggetti anziani. Difatti, spesso il diabete geriatrico, può comportare anche una diminuzione notevole di peso. Questi due stai fisici opposti comportano necessariamente diete diverse, nonostante seguano la stessa linea guida.

Questo significa, che per naturale proprietà del diabete, la dieta alimentare prevista, deve necessariamente eliminare i cibi con un’alta componente zuccherina. Se sei in sovrappeso, una particolare attenzione deve essere rivolta al peso degli alimenti, e quindi alla riduzione delle calorie generate dalle fonti energetiche, e quindi dal tipo di cibi assunti e preferiti.

Dieta per diabetici anziani quante proteine mangiare?

Dieta per diabetici anziani

Dieta per diabetici anziani

Le proteine nella dieta per diabetici anziani, rappresentano una quota giornaliera, generalmente si parla di un apporto energetico di proteine che varia dal 14 al 18 %, ma quando si tratta di situazioni particolari come queste, la percentuale di riferimento aumenta notevolmente. Le proteine assunte devono avere come parte animale, più del 50%, ma anche una buona dose di quella vegetale.

Al contrario di quanto si pensa, anche i carboidrati sono importanti nella dieta per diabetici anziani, quando subiscono una notevole perdita di peso. Questi, infatti, hanno bisogno di energia e vitalità, che è portata dal nutrimento stesso dei carboidrati. Ovviamente il riguardo particolare interessa la quantità.

La dieta per diabetici anziani, infatti, prevede anche una porzione di pasta quotidiana, purchè sia di modiche quantità, circa quindi di 60 grammi. Se poi utilizzi farine di grano ricche di fibre e cioè pasta e o pane con farina integrale, migliori ancora di più il nutrimento del tuo organismo. Infatti, quando si tratta di diabete negli anziani, il valore nutritivo acquista una importanza maggiore. Le fibre sappiamo bene che sono ottime regolatrici dell’apparato intestinale, garantendo una sua buona funzionalità, così si garantisce al fisico un equilibrio nutrizionale fondamentale per stare bene e in salute.

Le fibre nella dieta per diabetici anziani, possono essere assunte anche con tanta frutta e verdura, gli alimenti principali che le costituiscono, importanti per essere anche fonte di vitamine e sali minerali. Per la frutta, sai che ci sono alcune varianti di queste, che sono più dolci rispetto ad altre, come per esempio, l’uva, i cachi, i fichi e le banane, che hanno un’alta componente zuccherina, che si consiglia di non mangiare, e di preferirne invece gli altri tipi, come per esempio la mela, che è ottima per gli anziani diabetici, sia perché contiene pochi grassi, ma soprattutto perché contiene la pectina, una sostanza che aiuta a tenere sotto controllo i livelli di glicemia, rallentando notevolmente l’assorbimento degli zuccheri all’interno del corpo. Inoltre la mela è da sempre sinonimo di benessere perché è costituita anche da flavonoidi, gli antiossidanti per eccellenza che aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare. Come frutta poi ci sono le pere le pesche,che hanno poco zucchero.

Per quanto concerne i grassi nella dieta per diabetici anziani, si consiglia di assumerne in ridotte quantità, sceglie e preferisci sempre quelli di origine vegetale, basterà regolarti con un buon olio extravergine di oliva, da utilizzare per condire i tuoi pasti con moderazione, usane circa un cucchiaio scarso a pietanza.

Il diabete che colpisce i soggetti ultrasessantenni, rappresenta la forma più classica della patologia, ma anche quella migliore da gestire. Se adotti una buona alimentazione con una dieta specifica, puoi ridurre i livelli di glicemia con la sola alimentazione anche del 30%, e migliorare così la tua qualità della vita, diminuendo lo stato di stanchezza e di dimagrimento, tipici del diabete geriatrico.

Inserisci un commento

 
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Modalità di trattamento dei dati.